San Paolino a Lucca

Il 12 luglio a Lucca celebriamo San Paolino, il nostro Santo Patrono.

Secondo la tSan_paolino_di_luccaradizione, Paolino era un diretto seguace di San Pietro ed era originario di Antiochia (città a Sud della Turchia). Proprio da San Pietro, che lo nominò Vescovo, fu inviato a Lucca per convertire le genti al Cristianesimo e della nostra città fu il primo Vescovo.
Siamo ai tempi di Nerone (37 – 68) quindi in epoca di persecuzioni e infatti Paolino trovò la morte dopo il martirio.
Il miracolo più importante e significativo per Lucca è quello rappresentato dalla tela di Giovanni Domenico Lombardi e ben raccontato da Paola Betti: “Il dipinto riproduce fedelmente il luogo della vicenda avvenuta il 12 lumiracolo_san_paolinoglio 1664 presso Porta S. Donato, costruita su progetto dell´architetto Muzio Oddi tra il 1628 e il 1639 e ultimata nel 1667 con la sistemazione ai suoi lati delle due statue effigianti i santi Paolino e Donato. Sulla piazza d´armi è collocato il cannone che sta sparando in segno di festa sotto il controllo del Capitano dei Bombardieri e del suo aiutante dai capelli bianchi, accompagnati da un portabandiera. A sinistra del cannone sono altre figure abbigliate in vesti variopinte, due tamburini, tre bombardieri, giocatori di carte e una dama con accompagnatore, valletti e cane, mentre sul ponte appaiono in movimento figure che entrano ed escono dalla città. Colpite dai proiettili esplosi per errore in direzione della folla, queste rimangono illese grazie all’intervento prodigioso del santo vescovo che accorre sul luogo del drammatico incidente in una luminosa gloria di angeli dalle vesti turbinanti.” 

Attualmente, oltre ai festeggiamenti religiosi, il 12 luglio viene organizzato anche il “Palio della Balestra” che vede impegnati i rappresentanti dei terzieri della città: S. Paolino, S. Salvatore e S. Martino e numerose iniziative vengono ideate nei giorni precedenti come mercatini e cortei storici con sbandieratori e figuranti in abiti del 1400 riprodotti benissimo!
La sera dell’11 luglio si accendono le torce lungo Via San Paolino per guidare i fedeli e i curiosi verso l’omonima chiesa e all’interno, solo in questa occasione è possibile ammirare la teca con l’immagine di San Paolino in cui sono contenute alcune reliquie. Per il resto dell’anno essa viene custodita in un luogo, duole dirlo, più sicuro della Chiesa.

IMG_3551

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...