Lucca e i Comics: 50 anni insieme!

Celebriamo il cinquantesimo compleanno della manifestazione Lucca Comics!
Sarà un’edizione speciale, ricchissima e durerà ben 5 giorni: trovate il programma e tutte le informazioni sulla manifestazione nel sito ufficiale.

Come ogni anno, ci saranno disagi e problemi sia per chi arriva sia per chi vive e lavora a Lucca, ma l’evento è, secondo noi, di vitale importanza per la città e per tutta la provincia sia per la ricaduta economica, sia per il prestigio che Lucca ha acquisito in tutti questi anni e che va mantenuto garantendo la tradizionale ospitalità e cortesia.

E’ importantissimo quindi sapere che succede in merito a viabilità, accessibilità, parcheggi… in modo da godersi il periodo senza arrabbiarsi troppo 🙂

Ecco qui il link al sito del Comune di Lucca in cui trovate tutte le informazioni indispensabili per muoversi nei giorni dei Comics: SITO COMUNE LUCCA

Buon divertimento a tutti!!!

comix-3-11-2013-089

Parcheggi / Parking

Trovare parcheggio a Lucca non è difficilissimo!
Bisogna tener presente alcune cose:

1) nel centro storico, ovvero dentro le Mura Urbane, la circolazione è limitata ai residenti (salvo alcune eccezioni, come i nostri ospiti che possono transitare), i parcheggi sono pochi e generalmente destinati ai residenti. Vicino alle porte di accesso al centro storico si trovano alcuni parcheggi a pagamento. Fate attenzione alle indicazioni di ZTL perchè proprio lì sono presenti le telecamere che registrano il numero di targa per controllare se avete diritto all’accesso oppure no.

2) i parcheggi sono caratterizzati da colori diversi.
Linee gialle: parcheggi riservati esclusivamente ai residenti nel centro storico o alle vetture di persone con disabilità.
Linee blu: parcheggi a pagamento mediante la macchinetta che accetta monete (in genere 1 euro l’ora, ma la tariffa varia da zona a zona)
Linee bianche: parcheggi gratuiti! Si trovano all’esterno delle Mura Urbane e a questo LINK potete trovare una bella mappa con indicati i parcheggi gratuiti. Fate attenzione ad eventuali indicazioni relative alla pulizia della sede stradale.

3) sono presenti alcuni garage, pubblici e privati. Il più vicino a Casa San Jacopo è il Park Mazzini, in Via dei Bacchettoni. Trovate l’elenco completo dei parcheggi (sia in strutture che all’esterno, tutti a pagamento) gestiti dalla società Metro QUI
I garage privati a pagamento (generalmente chiudono dalle 20 alle 8) sono l’ Autorimessa Pasquinelli e il Parcheggio del Borgo

parking free

San Paolino a Lucca

Il 12 luglio a Lucca celebriamo San Paolino, il nostro Santo Patrono.

Secondo la tSan_paolino_di_luccaradizione, Paolino era un diretto seguace di San Pietro ed era originario di Antiochia (città a Sud della Turchia). Proprio da San Pietro, che lo nominò Vescovo, fu inviato a Lucca per convertire le genti al Cristianesimo e della nostra città fu il primo Vescovo.
Siamo ai tempi di Nerone (37 – 68) quindi in epoca di persecuzioni e infatti Paolino trovò la morte dopo il martirio.
Il miracolo più importante e significativo per Lucca è quello rappresentato dalla tela di Giovanni Domenico Lombardi e ben raccontato da Paola Betti: “Il dipinto riproduce fedelmente il luogo della vicenda avvenuta il 12 lumiracolo_san_paolinoglio 1664 presso Porta S. Donato, costruita su progetto dell´architetto Muzio Oddi tra il 1628 e il 1639 e ultimata nel 1667 con la sistemazione ai suoi lati delle due statue effigianti i santi Paolino e Donato. Sulla piazza d´armi è collocato il cannone che sta sparando in segno di festa sotto il controllo del Capitano dei Bombardieri e del suo aiutante dai capelli bianchi, accompagnati da un portabandiera. A sinistra del cannone sono altre figure abbigliate in vesti variopinte, due tamburini, tre bombardieri, giocatori di carte e una dama con accompagnatore, valletti e cane, mentre sul ponte appaiono in movimento figure che entrano ed escono dalla città. Colpite dai proiettili esplosi per errore in direzione della folla, queste rimangono illese grazie all’intervento prodigioso del santo vescovo che accorre sul luogo del drammatico incidente in una luminosa gloria di angeli dalle vesti turbinanti.” 

Attualmente, oltre ai festeggiamenti religiosi, il 12 luglio viene organizzato anche il “Palio della Balestra” che vede impegnati i rappresentanti dei terzieri della città: S. Paolino, S. Salvatore e S. Martino e numerose iniziative vengono ideate nei giorni precedenti come mercatini e cortei storici con sbandieratori e figuranti in abiti del 1400 riprodotti benissimo!
La sera dell’11 luglio si accendono le torce lungo Via San Paolino per guidare i fedeli e i curiosi verso l’omonima chiesa e all’interno, solo in questa occasione è possibile ammirare la teca con l’immagine di San Paolino in cui sono contenute alcune reliquie. Per il resto dell’anno essa viene custodita in un luogo, duole dirlo, più sicuro della Chiesa.

IMG_3551

Crodino! :D

Il nostro Crodino è davvero molto amato!
In tanti ci avete chiesto come sta adesso e siamo davvero felici che adesso il nostro cucciolo stia bene e che sia circondato da tanti affettuosi pensieri! Ho cambiato la foto di copertina perchè in effetti sembrava un po’ acciaccato e ora toglieremo anche la casetta che avevamo costruito perchè non la usa più.. è tornato a poltrire sul muretto al fresco riparo delle foglie del banano.

In copertina ho messo un’immagine di Pio, dei suoi fantastici occhi verdi e qui vi propongo una foto di Crodino che però non ama farsi fotografare (Pio è più un tipo da foto!).

IMG_3488

IMG_3490

Crodino in convalescenza

Crodino e Pio sono i nostri 2 gattini e ormai sono più conosciuti (e amati) dei loro umani (Antonella, Alessio e Iacopo).
Quello che sembrava un brutto raffreddore per Crodino si è invece evoluto in qualcosa che non siamo riusciti a capire nonostante l’aiuto dei veterinari che lo hanno assistito e che hanno dato la terapia risolutiva (speriamo!)

Il gattino Crodino ha passato dei giorni terribili, starnutendo a ripetizione, sbavando e grattandosi il musino e noi lo abbiamo tenuto sotto controllo dandogli medicine e coccole anche se lui preferiva starci vicino, ma non troppo. Anche Pio era molto preoccupato per il suo compagno di giochi!

Speriamo ora di poter dire: ‘è passata!’. Abbiamo ancora qualche giorno di terapia e Crodino ci appare molto migliorato: gioca un po’, si fa grattare la pancia, viene a trovarmi quando lavoro alla scrivania.. ma la maggior parte del suo tempo la passa in un angolino del giardino che deve aver scelto perché le erbette lo tengono fresco… solo che man mano che il sole avanzava e la zona d’ombra si riduceva.. Crodino si appallottolava sempre di più e così abbiamo deciso di assemblare una bella casetta che gli garantisca la privacy e il fresco! Ed eccolo qui il piccolo rosso:

Crodino 29 giugno 2016