La Toscana ai tempi del corona virus

Qui in Toscana, per ora, siamo abbastanza tranquilli e cerchiamo di seguire le direttive nazionali per cui pubblichiamo l’informazione presente sul sito di Toscana Promozione:

le risposte alle principali domande per chi viaggia o ha in programma un viaggio in Toscana tradotte in 5 lingue

 

I maestri del ‘900 a Lucca, al Lu.C.C.A.

Una nuova, bellissima mostra organizzata dal Lu.C.C.A. porta a scoprire i visitatori alcuni interpreti toscani attivi ai primi del 1900.

La mostra intitolata  “Storie del Novecento in Toscana. Soffici, Viani, Rosai, Maccari, Marcucci, Venturi: dal ritorno all’ordine alla conquista del disordine”, a cura di Maurizio Vanni e Piero Pananti, sarà visitabile fino al 31 maggio 2020 e gli ospiti del B&B Casa San Jacopo hanno diritto al biglietto ridotto.

Presso il museo è possibile acquistare il catalogo della mostra, altri testi interessanti e anche deliziosi oggetti di design. Inoltre presso il B&B potete prenotare la visita guidata alla mostra, organizzata in collaborazione con le guide dell’Associazione Lucca Info&Guide.

Non esitate a contattarci per ulteriori informazioni: tel: +3396328832 mail: info@casasanjacopo.it

Museo – Casa Natale del Maestro Puccini.

Non molto lontano dalle principali vie d’interesse di Lucca, in Via San Paolino, precisamente in Corte San Lorenzo 9 si colloca la Casa Natale del grande Compositore Giacomo Puccini. 

Image result for giacomo puccini

Oggi la Casa del Maestro è diventata un Museo aperto a tutti (il Museo dispone di montacarichi per persone con disabilità), grazie alla donazione fatta dalla nuora Rita Dell’anna. Il Museo è situato all’interno dell’appartamento, al secondo piano, in questa dimora Giacomo Puccini ha passato tutti gli anni della sua infanzia, tanto da decidere di tenere la proprietà nonostante lui abitasse altrove.

All’interno del Museo possiamo trovare arredi originali ed oggetti appartenuti al Maestro come il Pianoforte  Steinway & Sons su cui compose Turandotpartiture autografemolte letterecimeli e documenti preziosi. Tra i doni spicca il costume di Turandot, indossato da Maria Jeritza per la prima rappresentazione alla Metropolitan Opera di New York nel 1926.

Mi raccomando siate curiosi  !! Aprite i cassetti che ci sono nelle varie sale, troverete tanto altro da scoprire riguardo il Maestro Giacomo Puccini. 

Image result for giacomo puccini casa natale

Info & Biglietti:

Al Puccini Museum – Casa natale Lucca ogni sabato alle ore 12.00 offre ai visitatori la visita guidata gratuita in italiano.

Biglietto inter: 7.00 Euro.

www.puccinimuseum.org

Cartoline Pucciniane 2019

Tornano anche quest’anno dal 06 Giugno fino al 05 Settembre i Recitals lirici con voci e pianoforti delle più grandi opere del Maestro Puccini, realizzati da Comune di Lucca, Teatro del Giglio e Fondazione Giacomo Puccini.

Image result for cartoline pucciniane 2019

Selezioni di arie, duetti e concertati delle Opere suoneranno in Piazza della Cittadella di fronte alla Casa Natale del Maestro.

Ecco il programma dell’edizione 2019:

  • giovedì 6 giugno Tosca (ore 18.15).
  • giovedi 4 luglio Madama Butterfly (ore 18.15).
  • giovedi 1 agosto La Bohème (ore 18.15).
  • giovedi 24 agosto Una notte all’Opera (ore 21.30). Evento speciale realizzato in occasione della Notte Bianca.
  • giovedi 5 settembre Tosca (ore 18.15).

Biglietto concerto

  • posto unico  € 12,00
  • ridotto (soci Unicoop) € 10,00
  • posto unico + visita guidata del Puccini Museum – Casa natale € 17,00.

Per informazioni: http://www.teatrodelgiglio.it

Il Buccellato di Lucca

Chi è stato a Lucca sa di cosa stiamo parlando, per chi invece non fosse ancora venuto a visitare la nostra amata Città, gli anticipiamo una specialità culinaria che di certo non può non assaggiare quando farà tappa in Città. Un detto popolare lucchese dice: «Chi viene a Lucca e non mangia il Buccellato è come non ci fosse mai stato» 

Avvisati eh !!!

Partiamo prima di tutto con un cenno storico per capire bene la nascita del Buccellato; deriva dal latino “Buccellatum” ossia “il pane da trasformare in bocconi“, a Lucca si parla di Buccellato già in un documento del 1485 legato ad una donna che aveva ucciso il marito proprio grazie all’aiuto un Buccellato avvelenato.

Il Buccellato lo possiamo anche definire il dolce dei poveri, questo perché è fatto con pochi e semplici ingredienti, per realizzarlo occorre: farina, acqua, zucchero, semi di anice, lievito di birra ed uvetta; non è altro che un pane biscottato dalla classica forma a ciambella o a forma di sfilatino, vi assicuro che è una bontà ad ogni morso.

Image result for Il Buccellato di Lucca  storia e ricetta

Se chiedete ad un Lucchese dove andare a comprare il Buccellato, vi dirà sicuramente “Al Taddeucci“, è la pasticceria più rinomata in centro Città per il famoso Buccellato, anche perché nasce proprio dall’idea di Jacopo Taddeucci, il fondatore della Pasticceria in Piazza San Michele.

Il Buccellato si presta bene sia dopo cena come “confortino” abbinato al Vin Santo o al Rhum, che alla mattina “pucciato” nel latte caldo.

Un idea per servire un Buccellato un po diverso: Tagliate a fettine il Buccellato e passatelo in forno per qualche minuto fino a farlo crostare, diventerà un biscotto secco buonissimo.

Anche qui a Casa San Jacopo per colazione ai nostri ospiti non facciamo mai mancare il Buccellato. 

buccellato 017.JPG

 

Villa Reale di Marlia

Sono tornata cari amici di Casa San Jacopo, con tante nuove idee in mente; una di queste la voglio proporre proprio oggi, in questa uggiosa giornata di Maggio. Dato che non possiamo stare all’aria aperta a goderci l’estate che dovrebbe essere alle porte (si spera) iniziamo a parlare un po di una delle tante Ville che circondano la nostra piana di Lucca, per prepararci a vistarla quando sarà la giornata ideale. Oggi parliamo di Villa Reale situata a Marlia.

Devo essere sincera la mia prima volta a Villa Reale è stata qualche mesetto fa, precisamente a Marzo (e sì, per chi se lo stesse chiedendo, il tempo era mooolto meglio di adesso !!!) con Antonella e due sue colleghe Guide di Lucca che mi hanno fatto da Ciceroni; inutile dire che sono state professionali come sempre !

Appena entri a Villa Reale ti sembra quasi di essere catapultato in un universo parallelo, circondato da colori vivaci dei fiori e delle strutture che hai intorno; la prima cosa che ci appare dopo aver solcato il grande cancello è la Casa circondata da altissime siepi, dal lato opposto oltre al bellissimo panorama di Lucca riusciamo a vedere il laghetto che fa da capolinea alla Villa.

La cosa bella di Villa Reale, secondo me, è l’inaspettata meraviglia che ci fa avere ogni volta che giriamo l’angolo perché ci presenta un paradiso naturale. Seguendo il percorso guidato troveremmo, dopo una passeggiata tra il “labirinto” di siepi: Il Giardino dei Limoni con un ampia piscina al centro, il Teatro d’Acqua che è situato dietro la Villa e il Teatro di Verzura con tre statue molto famose, ossia Pulcinella, Colombina e Pantalone; se notiamo bene, la struttura è proprio quella di un vero teatro, ha la forma di un semicerchio dove nel livello più basso vi sedevano gli spettatori che erano divisi dalla piccola siepe dove erano disposti il maestro e l’orchestra mentre l’ultimo livello, quello più alto, vi si esibivano le maschere.

Un altro luogo di Villa Reale che mi ha suscitato molto interesse e curiosità è stata La Grotta del Dio Pan, questa Grotta è stata costruita tutta con sassolini e pietre del Fiume Serchio; all’interno della Grotta troviamo varie statue marine, al centro un buco dove uscivano dei giochi d’acqua e delle sedute circolari alla struttura alquanto strane create  anch’esse con le pietre; si narra che le Dame quando volevano ascoltare un po di buona Musica, suonata tramite quelle piccole finestrelle nella parte alta della Grotta, si mettevano tutte sedute in cerchio ma non sapevano che qualcuno di li a poco gli avrebbe fatto degli scherzi con l’acqua; eh si perché se fate attenzione in una delle sedute vi è un piccolo buco dove la malcapitata che si metteva a sedere proprio lì era la vittima dello scherzo. 🙂

Grotta di Pan nel Parco di Villa Reale a Marlia

Grotta di Pan nel Parco di Villa Reale a Marlia

Ma Villa Reale non finisce mica qui, continuando il percorso guidato troveremmo il Giardino Spagnolo circondato da un piccolo corso d’acqua che fa da cornice a tutti i meravigliosi fiori; La Palazzina dell’Orologio dove un tempo risiedevano i lavoratori della Villa, La Piscina “nascosta” e la Villa del Vescovo.

Vi lascio qui alcune foto della Villa:

Image result for villa reale di marlia giardino spagnolo

Image result for villa reale di marlia palazzina dell'orologio

Related image

Image result for villa reale di marlia la villa del vescovo

Una Villa meravigliosa che nel tempo ha acquisito ancora più valore rende Lucca un gioiello inimitabile. Andate a vedere e ditemi se non lo è !!!

La Villa per adesso non è visitabile all’interno perché è in fase di restauro ma sicuramente tutte queste cose che vi ho elencato le potrete vedere e rivedere perché fanno parte del Parco di Villa Reale.

Il Costo del Biglietti: 9 Euro.

Orario di apertura: Dalle 10.00 alle 18.00.

Buona Visita !!!